Desire for a vegetable garden

Postato il Aggiornato il

Questa notte Lei è in un orto. Il clima è mite, il sole caldo, l’aria frizzante: potrebbe essere primavera. Lei è là, con una zappa in mano, in tenuta campagnola (stivali di gomma, shorts, camicia di jeans e cappello di paglia) intenta a preparare la terra per la semina. Il profumo della terra ancora umida è nell’aria, così come la ‘soave’ fragranza che lei stessa emana dopo dure ore a lavorare sotto il sole. Non è chiaro cosa stia per seminare, forse insalata, forse pomodori, forse zucchine, chissà! Lei è felice, ha sempre desiderato potersi sfamare con i suoi prodotti e in città non ha mai potuto farlo. La soddisfazione però ben presto si allontana: è un attimo e la terra inizia a tremare. I cani ululano, alcune persone in lontananza urlano: <<Il terremoto!>> e lei rimane lì immobile e impassibile, con la sua zappa in mano. In pochissimi secondi si ritrova a guardare in giù, il suo orto è sprofondato nel buio della terra. Tutto per fortuna è come prima, ma non il suo orto, che non c’è più.

P.S. Lei non capisce perchè quasi sempre di notte lei vesta gli shorts. Tutti sanno che proprio non può permetterseli!

———————————————————————————————————

Tonight She is in a vegetable garden. The weather is mild, there’s a warm sun and a fresh air: maybe it’s spring. She is there with a hoe in the hand, with a rural outfit (rubber boots, shorts, denim shirt and straw hat) preparing the land for planting. The smell of the earth still damp is in the air, as well as the ‘sweet’ fragrance that she emanates after working hard under the sun. It is not clear what she is going to sow, maybe salad, maybe tomatoes, maybe zucchini, who knows? She is happy, she has always wanted to feed herself with her products and in the city she has never been able to do that. The satisfaction, however, disappears soon: it is a moment and the earth begins to shake. The dogs howl, some people scream in the distance: <<Earthquake!>> and she stays there motionless and impassive, with hes hoe in the hand. In a few seconds she finds herself looking down, her garden is sunk in the darkness of the earth. Luckily everything is ok, but not her garden, which no longer exists.

P.S. She doesn’t understand why she is often wearing shorts at night. Everybody knows that she can’t afford them!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...